Dove sei://Dona
Dona 2017-05-30T19:45:09+00:00

Dona

Donare ad AEPER

Donare ad AEPER significa sostenere le persone di cui si occupa, la normalità e la fragilità che assumono forme differenti: famiglie in difficoltà, minori in situazione di disagio, giovani che hanno necessità di accompagnamento, pazienti psichiatrici bisognosi di cura.

Significa:

  • Aiutare concretamente chi ha più bisogno di aiuto.
  • Garantire sostenibilità e continuità a progetti di solidarietà sociale.
  • Essere partner di un’idea di futuro dove insieme si dia una possibilità a chi non ne ha.

Tutte le donazioni effettuate a favore della cooperativa sociale AEPER sono detraibili o deducibili in quando la stessa è ONLUS ai sensi del d.lgs. n. 460/1997.

Agevolazioni sulle erogazioni liberali delle persone fisiche

In questa categoria rientrano le persone fisiche, gli imprenditori individuali, i lavoratori autonomi e i soci delle società di persone (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e società di fatto ad esse equiparate dal comma 3, lettera b, art. 5 del T.U.I.R.). Essi possono optare alternativamente tra:

  • la deducibilità, per le liberalità in denaro o in natura, nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 € annui (art. 14 comma 1, dl n. 35/2005 e successive modificazioni (l. n. 80/2005). Nel calcolo del reddito complessivo dichiarato sono compresi anche i redditi da fabbricati assoggettati a cedolare secca;
  • la detrazione dall’Irpef del 26% calcolata sul limite massimo di 30.000 euro per un risparmio fino a 7.800 euro.

Agevolazioni sulle erogazioni liberali delle imprese

In questa categoria rientrano le società di capitali o cooperative o consorzi od enti di diverso tipo, pubblico o privato, che abbiano per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali (cioè uno degli altri soggetti passivi dell’Ires). Questi contribuenti possono optare alternativamente tra:

  • la deducibilità, per le liberalità in denaro o in natura, nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 € annui (art. 14, comma 1, dl n. 35/2005 e successive modificazioni (l. n. 80/2005);
  • la deduzione dal reddito imponibile Ires del 2% del reddito d’impresa dichiarato per un importo massimo di 30.000 euro (comma 2, lettera h, art 100 del T.U.I.R.).

In entrambi i casi la condizione necessaria per accedere all’agevolazione è che il versamento sia eseguito tramite banca o ufficio postale ovvero mediante assegni bancari e circolari. Per le erogazioni effettuate con carta di credito è sufficiente la tenuta e l’esibizione, in caso di eventuale richiesta dell’amministrazione finanziaria, dell’estratto conto della società che gestisce la carta.

È necessario allegare alla dichiarazione dei redditi la ricevuta del pagamento.
Per informazioni non esitare a contattarci.

 

 

Cliccando su questo pulsante ti collegherai a PayPal

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: