Noi siamo, io sono, tu sei
per codardia o coraggio
coloro che trovano la propria strada

Adrienne Rich

PROSSIMI FUTURI è un festival diffuso che si svilupperà per un anno, da aprile 2024 ad aprile 2025 a Bergamo e provincia.

Si inserisce nella tradizione del gruppo AEPER di valorizzare quanto viene sperimentato e vissuto nei servizi e progetti educativi e socio-sanitari, traducendolo in azioni culturali condivise, aperte, popolari.

Sono differenti i temi affrontati nel tempo: dalla salute mentale, all’adolescenza, all’accesso al lavoro per i giovani.

PROSSIMI FUTURI

Il tema nasce da un lavoro interno di confronto sui punti nodali che intrecciano in parte il lavoro sociale, in parte il tempo che stiamo vivendo in senso lato. Due sono le possibilità di lettura del nome scelto: il futuro che arriva – già radicato nell’oggi – e il bisogno di identificare nuove coordinate per affrontarlo e la prossimità che interessa ognuno ed ognuna, nella reciprocità dell’appartenenza ad un’umanità che, strutturalmente, è esposta alla fragilità.

TRE ASSI

PROSSIMI FUTURI ha scelto tre declinazioni:

1, INGRANAGGI: l’interdipendenza, la necessità dell’alterità // SCANZOROSCIATE

Siamo plurali, abbiamo bisogno di sguardi, di legami e di aiuto. In questi anni pandemici e post-pandemici si è affermata la consapevolezza che il bene dev’essere comune per esistere. La manutenzione della convivenza nelle sue differenti articolazioni, richiede lo sforzo continuo e nutrito alla presenza, l’apertura all’altro, la capacità di trovare strategie buone di comunicazione e di mediazione.

2, LIEVITI: la vulnerabilità condivisa come terreno di coltura e di incontro // MAPELLO, TORRE DE’ ROVERI

Esistono fragilità diagnosticate che necessitano di essere nominate e trattate in quanto tali. Esistono fatiche transitorie o permanenti che ognuno e ognuna sperimenta nell’arco della propria esistenza e che aprono, sensibilizzano al tema della cura come esercizio di attenzione e di cittadinanza. Si afferma l’idea dell’incontro come possibilità che nasce nel solco di una vulnerabilità generativa.

3, MAPPE: l’imprevisto come variabile // BERGAMO

Il cambiamento continuo e veloce delle nostre società è una categoria che informa il presente e scompiglia le coordinate con cui siamo stati abituati a pensare al futuro. Porsi buone domande, porose – aperte – capaci, permette di navigare l’incertezza. Lo sguardo dei più giovani, che hanno porzioni di futuro abbondanti a disposizione, feconda un’idea di mondo e di futuro di cui siamo tutt* responsabili.

Il Gruppo AEPER è presente e lavora in differenti aree della provincia e della città di Bergamo. In PROSSIMI FUTURI sono coinvolte alcune di queste realtà aggregate sulla base di una sollecitazione specifica rispetto ai sottotemi.

***

Per seguire in diretta tutti gli aggiornamenti di PROSSIMI FUTURI e non perderti nessun dettaglio, puoi seguire il festival il canale Whatsapp.